Giocare alla pari con Forlì. Una grande soddisfazione

Un’impresa che la Sestese ricorderà a lungo. Giocare ad armi pari contro la forte squadra del Forlì, detentrice dello scudetto e bestia nera da sempre per le ragazze rosso-blu.
Persa Gara 1 contro una Ilaria Cacciamani sempre poco toccabile, il secondo match viene chiuso con un attivo di ben 6 punti. Tra il pubblico anche la nostra (nostra!) Chantal Versluis, la quale, ogni volta che le è possibile, fa un salto a Sesto Fiorentino. Oramai per noi lei è considerata affettuosamente di casa.

In Gara 1, si affrontano Cacciamani e la ex di Forlì Papucci. Si chiude in parità un bel primo inning sul risultato di 1-1, con i rispettivi lead-off a punto. La Sestese non riesce poi ad arginare l’attacco forlivese nel secondo inning, quando subisce un punto anche a causa di un paio di disattenzioni. Disattenzioni che costano ulteriormente care alla quarta ripresa, quando le ospiti siglano l’1-3 che risulterà infine a tabellino. Mara Papucci, che lancia tutti e 7 gli inning è autrice di una buona prestazione ma la difesa non la sostiene a dovere. Le mazze rosso-blu sono annientate dai lanci di Ilaria Cacciamani, che chiuderà con 9 strike out, e dalla salda difesa ospite. Alla Sestese il grande merito di aver limitato le avversarie ed aver contenuto il risultato così da non permettere la sostituzione della Cacciamani, lanciatrice di punta, evitando così il suo ingresso nella seconda partita.

La partenza in Gara 2 è a dir poco avvincente per il pubblico di casa. Victoria McFarland si presenta con un triplo sulla linea di foul destro e chiude il giro delle basi con l’aiuto della rimbalzante di Jasmine Bernardini. La difesa del Forlì può solo limitare i danni eliminando il battitore in prima base. Teresa Salvatici e Flavia Carletti conquistano il terzo e il primo cuscino con due singoli e una scelta difesa su battuta di Chelsea Cohen. Il 2-0 è segnato dalla Salvatici su lancio pazzo della lanciatrice Carlotta Onofri.
Dopo un primo inning memorabile la Sestese si difende bene, anche se subisce il parziale ritorno di Forlì a inizio terzo inning. 3 battute singole portano il parziale sul 2-1, ma Chelsea Cohen è brava a tirarsi fuori dai guai e chiude l’inning prendendo al volo una linea di Beatrice Ricchi.
Fine quarta ripresa. L’attacco sestese vede Flavia Carletti avanzare dalla seconda alla terza base su pesta e corri, dopo una presa al volo della prima base avversaria in zona di foul. Segue una palla mancata dal ricevitore. Il risultato passa così sul 3-1. Due basi su ball permettono a Martina Calosi e Gaia Benvenuti di schierarsi sulle basi. La sostituzione della lanciatrice da parte di Forlì, però non argina l’attacco sestese e grazie ad un altro ottimo contatto della McFarland il parziale sale a 5-1. Doppio con avanzamento in terza su tiro a casa della difesa per lei. I giochi non sono chiusi e un’altra base su ball, questa volta a pro della Bernardini, aumenta il potenziale offensivo delle nostre ragazze. Chiude il turno d’attacco la Salvatici: il suo doppio aggiunge due tacche al risultato finale. 7-1.
Ottima la gestione della restante metà della partita. Chelsea Cohen mette a segno 7 strike out dalla pedana nei 7 inning a disposizione. La difesa gestisce al meglio le 8 valide incassate per un risultato storico.

Il prossimo turno, che chiuderà il girone d’andata, sarà contro Bussolengo, sempre a Sesto Fiorentino. Se la scorsa settimana si è definita Forlì come una corazzata, Bussolengo non è da meno, la capolista è formata da un line-up che conta molte azzurre e una difesa molto attenta.
Il finale sulla carta sembra scontato, ma la Sestese dopo questo fine settimana ha il morale a 1000 e ci tiene a far vedere di nuovo buon softball.

Autore dell'articolo: Staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *